Accoglienza per gli immigrati? No, non vi accolgo, ve ne tornate al Paese vostro. Se invece si tratta di veri rifugiati politici, appena arrivano in Italia, è necessaria per loro una castrazione chimica preventiva: quando entrano nel nostro Paese, si dà loro la pasticchetta e e li si castra subito, ancora prima che possano fare qualcosa. Così, sapendo quello a cui sono destinati, non vengono in Italia e se ne vanno da un’altra parte o restano al Paese loro”. Sono le dichiarazioni choc di Barbara Mannucci, responsabile del comitato donne di Noi con Salvini, durante la trasmissione Ecg Regione, su Radio Cusano Campus. L’ex fedelissima di Silvio Berlusconi precisa: “Ha ragione Salvini quando propone la castrazione chimica per gli immigrati che molestano, ma io sono per una castrazione chimica preventiva. Nel Salernitano c’è stato un raid punitivo contro un marocchino che aveva molestato una ragazzina. Hanno fatto bene. Ci sono state sassaiole e colpi di pistola? Vabbe’, un po’ di sane botte non fanno mai male a nessuno”. E aggiunge: “Io ho un figlio maschio, ma se avessi una figlia femmina e se qualcuno la toccasse o molestasse per strada, prima di chiamare la Polizia, quel molestatore avrebbe a che fare con me, coi miei parenti, coi miei amici, con tutti. Basta, ci siamo veramente stufati, non se ne può più”. L’ex deputata del Pdl rincara: “Io sono una di quelle persone che vogliono aiutare quelli che in Africa soffrono, come i bambini mal nutriti. Ma come mai qui in Italia vengono soltanto ragazzoni di un metro e 90, palestrati e pieni di testosterone? Il 4 febbraio, giorno del Carnevale delle donne, andremo con una delegazione di parlamentari della Lega Nord a Colonia a testimoniare la nostra solidarietà. Io non sono un’ipocrita” – continua – “e quello che penso io lo pensano tutti. Noi della Lega le diciamo le cose senza paura e diciamo quello che pensano tutte le persone. Basta coi buonismi, non servono a niente in questo Paese”. Tributo di stima per il leader del Carroccio e per l’europarlamentare Gianluca Buonanno: “Beati gli abitanti di Borgosesia che hanno come sindaco Buonanno. Vorrei un Buonanno anche a Roma, darebbe una bella ripulita. Io vorrei comunque un leghista come sindaco di Roma. Salvini? Quando sento Matteo al telefono, mi si mette in positivo la giornata”