Guardi le foto del piccolo Dash così di sfuggita e ti sembra una photoshoppata coi fiocchi. Poi superati gli scatti ecco il video girato da sua madre con lo smartphone tra le quattro mura di casa e ti accorgi che è tutto vero. Spopola da alcune settimane su Instagram la storia del piccolo Dash, un bambinetto australiano di 3 anni dotato di una muscolatura oltremodo sui generis. Nel mondo del culturismo si usa il termine “six pack” che in italiano potremmo tradurre con “tartarugato”. Già perché Dash, dopo nemmeno 36 mesi di vita, e senza aver fatto particolare esercizio fisico ha gli addominali scolpiti che nemmeno Brad Pitt. “La prima volta che ho notato questa muscolatura sul corpo di Dash è stato circa sei mesi fa mentre gli stavo cambiando il pannolino”, ha spiegato al DailyMail Ursula, la mamma, dalla sua casa di Canberra in Australia. Solo che la fortunata evoluzione fisica, o più semplicemente lo sviluppo eccessivo del tono muscolare del bimbo, è comparsa in questi mesi anche in tutte le altre parti del corpo: dorsali, bicipiti, tricipiti, trapezi, e perfino i quadricipiti femorali e polpacci. Al dono di natura Dash ha poi ulteriormente aggiunto un altrettanto naturale predisposizione all’esercizio fisico che pare essere frequente senza l’incentivo della madre, a sua volta una fascinosa signora alta, bionda e con un fisico parecchio scolpito da diverso esercizio fisico fatto in palestra.

“Ad un certo punto Dash si mise in posa mostrando senza volere la muscolatura. Così gli ho fatto una foto e l’ho mandata a suo padre e gli ho chiesto ‘vedi quello che vedo io?’ ”, racconta la madre. A quanto pare appena sviluppata l’ipertrofica muscolatura il bimbo ha cominciato ad aumentare in modo repentino tutta una serie di esercizi fisici abbastanza inusuali per quell’età. Piegamenti, flessioni, sollevamento di pesi importanti nonostante le piccole dimensioni del corpo, esercizi agli anelli (di plastica) come uno Yuri Chechi qualsiasi, oppure il movimento ritratto nel video di mamma dove con la sola forza delle braccia si solleva da terra, dritto come una pertica, busto e gambe dritte fino a scavalcare lo schienale del letto che gli arriva quasi alla testa. “Sta sempre all’aria aperta a fare esercizio, giocando e divertendosi, sia che ci sia il sole, sia che ci sia la pioggia. L’amore per l’esercizio fisico gli è nata spontaneamente e parallelamente allo stare all’aperto – continua Ursula – ricordo la prima volta che in una passeggiata non abbiamo più usato il passeggino, Dash è sceso ha camminato con i suoi piedi e io pensavo che avremmo fatto pochi passi. Invece quella prima passeggiata per lui durò ben chilometri”.

Nonostante oggi sia il ritratto della salute, Dash Meagher ha rischiato molto alla nascita. “E’ nato da una fecondazione in vitro e secondo i medici doveva nascere con due settimane di anticipo e più piccolo della media. Invece ci ha fatto attendere due settimane oltre la data prevista e appena partorito pesava oltre 4 chili”. Per queste sue doti il piccolo è già diventato una star ‘fitspo’, quella categoria del web  che raccoglie scatti e video sui cosiddetti ‘palestrati’. Dash possiede una pagina Instagram, gestita dalla madre, dove da mesi viene ritratto in tutta la sua muscolatura anche se praticamente sempre nudo con addosso solo un costumino. “Ovviamente lo inviterò ad essere attivo in modo costante nell’esercizio fisico come fa ora”, ha concluso la madre. “Spero sì che diventi un professionista dello sport e che magari prenda parte alle Olimpiadi per la ginnastica, ma capisco comunque che la cosa più importante ora sia che cresca sano e in forma. Fosse per lui mangerebbe sempre il gelato, ha sempre la testa nel frigorifero”.