Una discutibile tradizione rivisitata in versione “extralarge” per festeggiare l’anno nuovo è costata cara a sei ragazzi pugliesi. Durante la notte di San Silvestro, a Taranto, un gruppo di ventenni ha pensato bene – ma mica tanto – di lanciare un vecchio divano da un balcone. Versione esagerata di un rito propiziatorio che nei decenni passati era di moda e tuttora resiste nel capoluogo jonico: gettare vecchi oggetti dalla finestra e dare così un taglio netto al passato. La scena, ripresa con il cellulare e finita sui social, ha però incastrato i sei tarantini, identificati e denunciati dalla polizia. Tutto è partito da un esposto presentato dall’Amiu, l’azienda per l’igiene urbana, che per gli atti vandalici registrati la notte di Capodanno ha subito 25mila euro di danni e ha dovuto impiegare per gli straordinari 70 dipendenti, poiché molte strade erano state invase da rifiuti di ogni genere, tra cui mobili e sanitari lanciati dai balconi. Compreso il divano dei sei ragazzi. Video dalla pagina Facebook “Taranto è lui