Vittorio Sgarbi, dopo l’attacco ischemico, torna nella casa di famiglia di Ferrara tra le sue opere d’arte e posta un video (tratto dalla pagina Facebook di Vittorio Sgarbi). Ma il critico è al centro delle polemiche per la visita notturna ai Musei Mazzucchelli di Mazzano (Brescia). Questo perché per farseli aprire ha contattato il ministero dell’Interno. L’episodio risale alla notte tra il 29 e il 30 dicembre quando, non riuscendo a contattare il sindaco di Mazzano Maurizio Franzoni, Sgarbi ha chiamato la Batteria del Viminale. Da Roma è partito l’ordine di inviare una pattuglia dei carabinieri a casa del sindaco che non rispondeva al telefono (leggi l’articolo integrale)