Piazze in festa, fuochi d’artificio, e un mix tra musica e tradizione che allunga la mezzanotte fino alle prime luci dell’alba. È il San Silvestro della Riviera romagnola, capitale italiana del divertimento, che per festeggiare l’arrivo del 2016 ha deciso di riscrivere la definizione di capodanno più lungo del mondo con un calendario di appuntamenti che inizia nel 2015 e finisce nell’anno nuovo. Solo a Rimini, città d’arte, di musica e di fuochi d’artificio, sono oltre 150 gli eventi messi a calendario per celebrare il 31 dicembre, tra mercatini, mostre e serate danzanti. E per chi preferisce l’entroterra alla costa, nessun problema: da Bologna a Parma, e lungo tutta la via Emilia, non mancheranno concerti, cenoni e feste, ingrediente fondamentale, gli spettacoli pirotecnici.

Come sempre, ad aprire le danze di Capodanno è il centro nevralgico della Riviera romagnola, patria del regista Federico Fellini, Rimini, che quest’anno ha scelto di iniziare a festeggiare già a partire dal primo dicembre, e fino al 14 gennaio. In una città trasformata nella casa di Babbo Natale, tra piste per il pattinaggio sul ghiaccio, presepi, luminarie e alberi addobbati, il momento clou delle celebrazioni di San Silvestro sarà, come da tradizione, il concerto live in piazzale Fellini, guest star il cantautore bolognese Luca Carboni, che sul palco ripercorrerà il suo ultimo album, Pop Up, mentre ad aprire il concerto saranno i Landlord, band riminese uscita al quinto live da X Factor 2015. Ma siccome Rimini è sempre Rimini, un Capodanno non basta: e infatti, dal mare al centro storico, in contemporanea il 31 dicembre andranno in scena i capodanni diffusi. In centro, ad esempio, un’ideale ‘street New Year’ congiungerà Marina Centro al cuore cittadino, invadendo, con le sue note, teatri, piazze, strade e i borghi della città. Il cantiere dell’Ala Nuova del museo riminese, poi, si trasformerà, per la serata del 31, in ‘Circus’: un tendone, gli artisti di strada, i suoni profondi della musica elettronica, il mapping in 3D e i dj set si fonderanno in un’unica miscela onirica e ipnotica. E in uno degli spazi più suggestivi del centro storico di Rimini, il Complesso degli Agostiniani, andrà in scena, per una notte, la musica delle due Americhe, fra tango e rock’n roll, con Del Barrio, Gran Caribe e Wanna be Americano.

Qualche chilometro più in là, a Riccione, il Capodanno è un po’ come una maratona. S’inizia a festeggiare 24 ore prima di San Silvestro, con le prove tecniche di Capodanno, e finiti i brindisi anticipati e il dj set, la notte del 31 sarà in compagnia di Paolo Belli e la sua Big Band. Per i più coraggiosi, quindi, il 1° gennaio si aprirà con un bagno in mare fuori stagione, mentre nel pomeriggio, il microfono passerà a Cristina D’Avena & Gem Boy, dalle 17 sul palco di Piazzale Ceccarini.

Stessa musica, ma ritmi diversi, a Cesenatico, dove s’inizierà a suonare a partire dalle 22.30. Meta di riferimento per gli amanti della tradizione, intesa come liscio romagnolo, è viale Roma, dove sul palco saliranno Moreno il Biondo e la sua Orchestra Grande Evento, del gruppo Musica Solare di Casadei. Per chi preferisce, invece, il genere classico, il ritrovo è al Teatro Comunale di Cesenatico con il Gran concerto di fine anno proposto dall’associazione Culturale Lirica Romagnola Magia d’Operetta.

Dalla Riviera alle città d’arte, poi, il menù è sempre all’insegna dei fuochi d’artificio. Capofila delle feste di Capodanno è Bologna che, come da tradizione, celebrerà la notte di San Silvestro con il rogo del Vecchione d’artista, ideato quest’anno da Christian Chironi. Il concerto, poi, sarà d’eccezione: ospite d’onore sarà Carl Barât, icona di stile e ‘poeta maledetto’, frontman dei Dirty Pretty Things e di Carl Barât and The Jackals, ma anche di The Libertines, assieme a Pete Doherty, che suonerà in via straordinaria dall’alto del balcone centrale di Palazzo del Podestà.

A Ravenna, invece, si punta sulla cultura: se la mezzanotte sarà celebrata con la tradizionale festa in piazza del Popolo, musica live di The Rock and Roll Kamikazes e Lil’ Cora & The Soulful Gang, e di Mauro Buddy Caloni, il 1° gennaio si potranno visitare, in via straordinaria, alcuni monumenti Unesco della città. Musica in piazza, poi, anche a Parma, guest star Giorgio Moroder, premio Oscar per le colonne sonore di “Fuga di mezzanotte” e delle canzoni tema di “Flashdance” e “Top Gun”.

Modena, invece, ricorda Lucio Dalla. Il Capodanno in piazza Grande, cuore della Ghirladina, infatti, vedrà protagonisti Ron con i Dallabanda, il gruppo formato dai musicisti che hanno accompagnato il Maestro lungo la sua carriera. L’appuntamento è alle 23, con la musica di Radio Bruno, mentre alle 23.30 il palco passerà a Marco Formentoni, Roberto Costa, Daniele Bruno, Bruno Farinelli e Lalo Cibelli. Non mancheranno gli omaggi a “Caruso”, “ma nella sua veste più sincera e divertente”, e poi il repertorio classico del cantautore bolognese: da “Anna e Marco” a “Futura”, fino a “L’anno che verrà” e “Balla balla ballerino”.

E per chi è convinto che i fuochi d’artificio non siano mai abbastanza, il place to be è Ferrara. La città, infatti, celebrerà la mezzanotte di San Silvestro con l’Incendio del Castello Estense, che per Capodanno sarà protagonista d’eccezione del tradizionale (e monumentale) spettacolo piromusicale.