Una bambina di sei anni è stata trovata morta nella sua abitazione in contrada Mezzane a Buonvicino, comune in provincia di Cosenza. La bimba era in casa insieme alla madre, trovata distesa sul letto matrimoniale in stato di incoscienza, accanto al corpo della figlia. La donna, 39 anni, è stata ricoverata all’ospedale civile di Cosenza in prognosi riservata, dopo essere stata soccorsa dall’elicottero del 118.

Secondo quanto ricostruito finora dai carabinieri, accorsi dopo una telefonata fatta da un parente della donna, all’origine della morte della bambina potrebbe esserci un malfunzionamento dell’impianto di riscaldamento che ha causato una forte intossicazione da monossido nella madre e ucciso la bimba. Ad un primo esame in loco infatti, il medico legale non ha riscontrato sul corpo della piccola segni di violenza o maltrattamenti. La procura di Paola ha disposto l’autopsia per confermare l’ipotesi e svolgere tutti gli accertamenti del caso. Intanto i Vigili del fuoco stanno eseguendo verifiche all’impianto di riscaldamento per localizzare eventuali guasti.