Nuova tragedia nel mar Egeo: 19 migranti, tra cui sei bambini, sono annegati nel naufragio di una barca al largo di Smirne, nella Turchia centro occidentale. Lo riporta l’agenzia Dha mentre la Guardia costiera riferisce che ci sono anche 2 persone disperse, mentre 21 migranti tra i quali un bambino sono stati tratti in salvo. I corpi delle vittime sono stati trovati su una spiaggia vicino al capoluogo turco.

Appena mercoledì 13 migranti erano annegati dopo che l’imbarcazione sulla quale viaggiavano si era ribaltata al largo della costa turca. Sette persone erano invece state salvate dalla guardia costiera. Il giorno prima un’altra tragedia simile aveva provocato invece 11 vittime.

Dall’inizio del 2015 sono circa 80mila i migranti salvati al largo delle coste turche, mentre oltre 3mila sono morti nel tentativo di raggiungere le isole greche attraverso il mar Egeo. Si stima che siano più di 600mila i migranti che nel 2015 sono riusciti a raggiungere la Grecia.

A largo delle coste libiche mercoledì la nave Fenice della Marina Militare impegnata in attività di Vigilanza Pesca, ha soccorso un gommone in difficoltà carico di migranti recuperandone 104 mentre nei giorni scorsi un’altra imbarcazione militare, impegnata nel dispositivo Mare Sicuro per la sorveglianza e la sicurezza marittima nel Mediterraneo, è intervenuta in soccorso di 214 profughi.