Non bastano i guai dentro Forza Italia. Quest’anno anche il tradizionale pranzo di Natale in quel di Arcore rischia di far venire un travaso di bile a Silvio Berlusconi. Se a Roma, dunque, per la prima volta nella storia del partito non ci sarà la cena con i parlamentari proprio per evitare ulteriori tensioni, anche l’attovagliamento intorno al tavolo di Villa San Martino potrebbe essere foriero di malumori, questa volta familiari. Proprio nel giorno che l’ex Cavaliere ha sempre considerato sacro, da dedicare esclusivamente ai parenti più prossimi.

Con gli anni, però, oltre ai familiari in senso stretto, al pranzo del 25 dicembre si sono aggiunti via via anche i collaboratori più fidati. Quest’anno, però, qualcuno di loro rischia di essere ospite non gradito. Parliamo, ad esempio, di Maria Rosaria Rossi, che non vanta rapporti idilliaci con la famiglia, specialmente con Barbara. Pare che la giovane amministratrice delegata del Milan abbia addirittura minacciato di non farsi vedere.

Barbara non sopporta la Rossi e mal sopporta anche la Pascale, che invece ha stretto un buon rapporto, almeno di facciata, con Marina. E anche questo è sintomatico del derby eterno tra le due figlie maggiori dell’ex Cavaliere. La presenza del cosiddetto cerchio magico al pranzo di Natale, dunque, va ad aggiungersi alle tensioni tra i figli di primo letto, Marina e Piersilvio, e quelli di secondo, Barbara, Eleonora e Luigi. Tanto che, nel corso degli anni, a Marina ha fatto riferimento l’ala più dura e pura di Forza Italia, mentre a Barbara guardano ancora i più “riformisti” e i fan del patto del Nazareno. La stessa Barbara, del resto, in più occasioni ha avuto parole di stima per Matteo Renzi.

Altra figura non troppo gradita in famiglia è quella di Alessia Ardesi, ormai da molti considerata la vera badante di Berlusconi. Se la Rossi, tesoriera del partito, ha un ruolo più politico, è la Ardesi che gestisce l’agenda di Berlusconi e decide chi lo può vedere e chi no. Lei (che negli ultimi tempi ha stretto un forte asse con la deputata Deborah Bergamini) al pranzo di Natale ci sarà, insieme alla Pascale. Il rapporto di Francesca con la famiglia, invece, è migliorato da quando l’ex Cav le ha acquistato una villa in Brianza, dove lei si è trasferita da poco. Le malelingue dicono che la storia tra i due ormai sia solo di facciata. E probabilmente è così, anche se nessuna rottura è mai stata annunciata ufficialmente.

Proprio per evitare malumori eccessivi dovuti alla presenza di Rossi e Ardesi e per stemperare il clima, per il pranzo di Natale l’ex Cav ha inoltrato altri inviti al di fuori del cerchio magico. Così il 25 ad Arcore ci saranno Gianni Letta, Fedele Confalonieri, Giovanni Toti, Alessandro Sallusti e Daniela Santanchè, Paolo Del Debbio, Alfonso Signorini e qualche altro collaboratore non pervenuto. Senza dimenticare Dudù, Dudina e cucciolata assortita. Grande assente Emilio Fede, che per anni non ha saltato un Natale ad Arcore. Proprio in queste ore, intanto, un altro ex fedelissimo, Sandro Bondi, insieme alla compagna Manuela Repetti, ha annunciato l’adesione al gruppo Ala di Denis Verdini. Non ci sono più i cerchi magici di una volta.