Traditi da una app per calcolare i percorsi stradali. Sono stati individuati così dai carabinieri due ciclomatori emiliani, accusati di aver aggredito un’automobilista. L’episodio risale al settembre scorso e secondo gli inquirenti i due uomini, di 38 e 50 anni, mentre percorrevano una strada provinciale a Baiso (Reggio Emilia) sono stati sorpassati da una Toyota Rav 4 con una manovra pericolosa. Dopo averla raggiunta, hanno danneggiato l’auto a calci e pugni e hanno poi offeso e minacciato la donna al volante.

E’ scattata subito la denuncia della conducente. I carabinieri sono riusciti a ricostruire l’accaduto e a identificare i due ciclisti proprio grazie all’analisi del percorso registrato della app Strava Gps e al riconoscimento fotografico da parte della vittima. A conclusione dell’indagine i due, un artigiano di Castellarano (Reggio Emilia) e un commerciante modenese, sono stati denunciati dalla Procura di Reggio Emilia con l’accusa di concorso in ingiurie, minacce e danneggiamento dell’auto.