A Monza una nigeriana di 38 anni che si fa chiamare “Pastora Joy” ha messo in piedi un giro d’affari lucrando sui pacchi alimentari destinati alle famiglie bisognose. La truffa è stata scoperta dal Giornale di Monza che ha pubblicato un’inchiesta esclusiva e un video in cui si vede la donna prendere 20 euro in cambio dei prodotti che valgono almeno il triplo. Il meccanismo è chiaro: la donna ha fondato un’associazione legata alla chiesa evangelica alla quale ogni mese il Banco Alimentare consegna pasta, riso, legumi, biscotti e altri generi alimentari. Prodotti che, invece, di andare a chi ne ha bisogno, finiscono nelle mani della Pastora Joy che li rivende
(video del Giornale di Monza)