Il Partito Popolare del premier Mariano Rajoy aumenta il vantaggio sul Partito Socialista di Pedro Sanchez e su Podemos di Pablo Iglesias, al testa a testa per il secondo posto. E’ il risultato dell’ultimo sondaggio ‘vietato’ pubblicato oggi in Andorra, poiché in Spagna sono proibiti da lunedì.

La rilevazione Gesop realizzato fra mercoledì e venerdì, ossia per buona parte dopo l’aggressione subita a Pontevedra mercoledì da Rajoy, colpito con un pugno al volto per strada da un giovane radicale di 17 anni, vede il Pp in crescita dal 25,8% di ieri al 26,6%. L’aggressione potrebbe avere innescato una reazione di solidarietà verso il premier. Il Psoe al 20,8% e Podemos al 20,1% sono in lotta per il secondo posto in voti. Prosegue la flessione di Ciudadanos di Albert Rivera, dato al 16%.

Secondo Gesop il Pp otterrebbe 111-115 seggi su 350 nel Congresso dei deputati, il Psoe 82-86, Podemos 70-74, Ciudadanos 47-51. Questi dati confermano il rischio di instabilità politica del paese dopo il voto di domenica. L’alto numero di elettori indecisi, fra il 20% e il 40% secondo le stime, può però ancora significativamente alterare nelle urne domani le previsioni dei sondaggi.