“Non vogliamo fare la fine della Grecia”. Così Albert Rivera, il leader del partito liberale Ciudadanos, ha chiuso ieri sera la campagna elettorale davanti al Congresso a Madrid per le elezioni di domenica 20 dicembre. Poca gente e tanta stampa ad assistere all’ultimo atto del nuovo fenomeno della politica spagnola. Mentre i quotidiani spagnoli titolavano su un possibile accordo tra popolari e socialisti, Rivera – in discesa nei sondaggi – chiede agli spagnoli un voto “per un cambiamento sensato”. Europeista, liberale e centrista Ciudadanos ha tra i suoi sostenitori anche Stravos Theodorakis, leader del partito liberale greco To Potami. Theodorakis per mesi è stato indicato da Bruxelles come alternativa ad Alexis Tsipras. Ciudadanos sarà molto probabilmente l’ago della bilancia dopo le elezioni di domenica @cosimocaridi