“Luigi Di Maio mi sta simpatico, si presenta bene è come Charlie Brown, ma l’ho sfidato ad un dibattito pubblico sulla trasparenza amministrativa e non ho ancora avuto risposte”. Così il presidente Regione Campania, Vincenzo De Luca (Pd), durante il suo appuntamento settimanale con l’emittente locale LiraTV. De Luca parla anche della mozione di sfiducia (respinta) al ministro Boschi per il caso della Banca Etruria. “Siamo alla barbarie, sfiduciare la Boschi è come sfiduciare la Venere di Botticelli, almeno la Boschi salvaguardiamola in un paese triste, grigio, burocratico, diamole l’extraterritorialità politica”. Il governatore nel suo intervento accenna anche al verdetto del Tribunale di Napoli a proposito del rischio sospensione per la legge Severino. ”Siamo sereni e continueremo a lavorare”. Poi torna su Di Maio, sfoglia un curriculum del vicepresidente della Camera, considera i webmaster sfaccendati che non fanno nulla e chiude dicendo che il pentastellato, il quale in passato avrebbe svolto anche lavori di manovalanza presso un’azienda edile, avrebbe un futuro come carpentiere piuttosto che come candidato premier”  di Fabio Capasso