“Da anni il corpo nazionale dei Vigili del Fuoco subisce tagli costanti. Nonostante ciò il personale, con grande umiltà e spirito di sacrificio, non ha mai mancato nel garantire la sicurezza dei cittadini“. Così i pompieri hanno spiegato la protesta inscenata questa mattina davanti alla sede della Regione Lombardia: “Stipendi da fame, organico ridotto all’osso, mezzi obsoleti e attrezzature al collasso pare non trovino l’interesse del governo che nell’ultima legge di Stabilità in discussione in questi giorni in commissione Bilancio preannuncia tagli su tutti i fronti” di Alessandro Madron