Le intercettazioni pubblicate in esclusiva dal Fatto Quotidiano, nelle quali nel 2013 Silvio Berlusconi minaccia la Lega Nord se non farà un’alleanza con Forza Italia, sono non penalmente rivelanti, ma, ammette Matteo Salvini, “gustose”. In quelle trascrizioni, l’ex premier definisce l’attuale leader del Carroccio “un ubriaco”, ma lui non porta rancore: “I tempi passano”. Sulla questione politica è chiaro: “Nessuna minaccia a Roberto Maroni perché l’accordo col partito di Berlusconi l’ho deciso io e il tempo mi ha dato ragione”. E sul futuro è netto: “Il leader lo decidono i cittadini e la Lega è il primo partito del centrodestra, quindi i cittadini hanno deciso”  di Manolo Lanaro