Il Colo Colo ha conservato il titolo nazionale cileno, ma i festeggiamenti a Valparaiso sono stati rovinati dai disordini degli ultras prima della partita contro i Santiago Wanderers. I tifosi hanno invaso il campo dello stadio Elias Figueroa Brander e risposto con bastoni, pietre e seggiolini strappati dagli spalti ai fumogeni lanciati dai tifosi rivali seminando il terrore anche per le vie della città prima di tramutare in un campo di battagliai. Almeno un uomo è stato gravemente ferito negli scontri fuori dallo stadio. L’arbitro ha convocato i giocatori prima del fischio d’inizio e ha deciso di rinviare la partita. Il Colo Colo si era già laureato campione dopo che in precedenza la squadra inseguitrice, l’Universidad Catolica, era stata sconfitti 1-0 in casa dell’Audax Italiano. Il 31° titolo nazionale garantisce ai bianconeri un posto nella prossima Coppa Libertadores