Antonio Bassolino ci riprova. L’annuncio della sua volontà di candidarsi a sindaco di Napoli agita il Pd e divide la città. I molti detrattori non ne vogliono nemmeno sentir parlare perché vedono in lui il simbolo di un’era politica da dimenticare. Ma in strada si trova anche chi vede di buon occhio il suo ritorno in scena. “E’ un buon amministratore, attento al sociale, con lui la città ha conosciuto una rinascita“, sottolinea più di una voce. Alcuni non gli riconoscono nemmeno il diritto a candidarsi. Altri al contrario sostengono che “è giusto che ci provi, perché in democrazia decidono i cittadini”. Messaggio per il gruppo dirigente nazionale del Pd che nei giorni scorsi, con Lorenzo Guerini e Debora Serracchiani aveva lasciato trapelare l’intenzione di aggiustare le regole delle primarie in modo da escludere chi – come Ignazio Marino e Antonio Bassolino – avesse già ricoperto in passato la carica di sindaco. L’uscita ha suscitato un vespaio di polemiche costringendo Matteo Renzi a “congelare” ogni eventuale decisione fino ai primi mesi del 2016. E voi come la pensate? Fa bene il Pd a impedire a Bassolino e Marino di candidarsi alle primarie? dite la vostra nei commenti e votando la risposta che vi convince di più  di Piero Ricca, riprese e montaggio Fabio Capasso