La marcia di otre 150 trattori è partita dalla zona industriale di Benevento per arrivare fino alla Prefettura con l’obiettivo di fare pressione sulle istituzioni perché sblocchino i fondi per l’alluvione del Sannio. La manifestazione è stata promosso dalla ditta Agrisemi Minicozzi, azienda di distribuzione e stoccaggio di semi per la produzione di cereali. Da quando il loro stabilimento è stato sommerso dal fango più di 4mila aziende agricole in tutto il sud Italia sono in enorme difficoltà. L’Agrisemi, infatti, fa da intermediario tra gli agricoltori e i pastifici, fornisce semi ai contadini, prende il grano prodotto e lo vende a pastifici come la Voiello o la Barilla. “In Emilia Romagna, Veneto e altre realtà – denuncia il presidente della Coldiretti campana, Gennarino Masiello – si sono attivati fondi nazionali, regionali e addirittura anche europei, ci aspettiamo che con questa provincia ci si comporti allo stesso modo”. Gli agricoltori lamentano una scarsa presenza dello Stato e di iniziative concrete per far ripartire il settore agricolo, tra i più danneggiati dalle alluvioni del 15 e del 19 ottobre scorso. I manifestanti chiedono di incontrare il commissario straordinario nominato dal Governo, Giuseppe Grimaldi, di cui denunciano l’assenza sul territorio, per discutere con lui l’utilizzo delle risorse del Fondo di Solidarietà