Le ruspe ormai lavorano da tempo per costruire un supermercato a Torpignattara, quartiere popolare di Roma, ma i residenti non ci stanno e presidiano il cantiere perché a loro avviso ci sono una serie di irregolarità. “Stanno costruendo in una zona vincolata e – spiega Enzo De Martino del coordinamento ‘No Cemento Roma Est’ – ci sono numerose lacune nell’istruttoria come alcune sanatorie irregolari ed altre prescrizioni di legge non rispettate. Il problema – sottolinea – è che le istituzioni non ci hanno risposto sulle anomalie riscontrate”. Una vicenda che meriterebbe quantomeno un approfondimento secondo l’urbanista Paolo Berdini. “Il comitato – dice – afferma con cognizione di causa che la zona è vincolata e denuncia un’altra serie d’irregolarità. L’amministrazione dovrebbe essere l’arbitro di queste controversie, mentre il costruttore ma non dà segni di vita”