Mai più senza. Et voilà, è in arrivo Izivibe, il primo vibratore al mondo che utilizza le vibrazioni dello smartphone. Semplice, efficace e nelle tasche e non solo di tutti. Donne (e uomini), questo sex toy è progettato per propagare le vibrazioni del telefono in tutta la loro ampiezza, e per procurarvi il massimo del piacere. “Gioca da solo, o insieme ad altri… anche quando sei da sola/o!” si legge sul sito ufficiale www.izivibe.com. Non ci sono più i cellulari e le cover a forma di orsacchiotto di una volta.

Izivibe è una custodia rosa a forma di dildo destinata ad avverare le profezie più inaudite sul sesso virtuale. Funziona così: scarichi un’app per iPhone (è prevista anche la versione per Apple Watch, che nemmeno 007 e le Bond Girls) e a quel punto la custodia fallica del tuo fido smartphone si attiverà come per magia sensuale, e in sette possibili vibrazioni diverse. Attivabili e regolabili anche “in remoto” dal partner (metti che hai un ménage a distanza) o da un’intera comunità a piacimento (metti che sei per una sessualità pubblica e cyber-libertina). Dipende dalle abitudini e dalla brama di trasgressione. “Personalizza la tua modalità e scopri quella degli altri utenti. Fa’ loro prendere il controllo”. E anche l’auto-erotismo diventa un gioco social. Quanto amore, in questi cellulari moderni.

Siete ipocondriaci? No problem, nessun pericolo di infezione o allergia all’orizzonte: la custodia a sembianza di dildo (e dalle dimensioni personalizzabili) è realizzata infatti in silicone medicale al 100% ipoallergenico. Solo che bisognerà avere un po’ di pazienza: ci sarà da aspettare fino al 2016 per il lancio sul mercato. Lecito attendersi un successo di massa. Con Izivibe, se troverete la linea occupata o non raggiungibile… be’, gli smartphone di nuova generazione non sono fatti per telefonarsi, no?