Un occhiale deforma la vista, l’udito è attutito da cuffie speciali, un dispositivo fa tremare le mani, pesi asimmetrici su caviglie e polsi e bande elastiche sulle ginocchia rendono incerto il passo. La tuta “Drugged Driving Suit” è stata sviluppata dalla Ford, in collaborazione con il Meyer-Hentschel Institute tedesco, per sensibilizzare i giovani sui rischi di mettersi al volante dopo aver assunto sostanze stupefacenti. La tuta simula alcuni degli effetti di cannabis, cocaina, eroina ed ecstasy come tempi di reazione più lunghi, visione distorta, tremori e mancanza di coordinazione. Insieme alla “Drunk Driving Suit”, l’equipaggiamento sarà inserito nel programma Ford Driving Skills for Life, che prevede corsi di guida sicura in tutto il mondo e che in 11 anni ha coinvolto mezzo milione di persone. Secondo l’agenzia americana per la sicurezza stradale Nhtsa, il fenomeno della guida sotto effetto di stupefacenti è in aumento e il 18% dei guidatori morti in incidenti stradale negli Usa aveva della droga nel sangue.