Matteo Renzi fa bene a escludere azioni militari muscolari come chiedono gli esagitati del centrodestra, ma è ambiguo nelle alleanze commerciali con Arabia Saudita, Qatar e Kuwait, paesi rivelatisi i principali finanziatori dello jihadismo”. Così Marco Travaglio, direttore de il Fatto Quotidiano, ospite a ‘Otto e mezzo’ su La7. “Quando si va in guerra bisogna avere obiettivi chiari come nella prima del Golfo quando si liberò il Kuwait dall’invasione irachena – continua Travaglio – la guerra contro i talebani e poi contro Saddam, con tutte le vittime civili, invece hanno creato Daesh