“Sono venuto a Parigi per fare un weekend con gli amici, per vedere due concerti. Potevano ammazzarci tutti”. Pierre Balacey, originario dell’Aquitania, è un musicista francese del gruppo rock Xutik, venerdì sera era andato al Bataclan (leggi la cronologia). “A metà concerto abbiamo sentito un colpo di fucile, ci siamo buttati tutti in terra. All’inizio pensavo fosse uno scherzo”. Per oltre un’ora, mani sulle orecchie e sguardo al pavimento, Pierre ha aspettato la morte sul pavimento del teatro. “A un certo momento ho guardato dietro, si vedevano entrare uomini con caschi e fucili”. Era la polizia che entrata al Bataclan cercava i terroristi. Mentre lascia la sala Pierre si guarda attorno: “Era pieno di sangue, sembrava che un terrorista si fosse fatto esplodere”