Hanno manifestato per dichiarare solidarietà a Nino Di Matteo, dopo le minacce ricevute dal pm per le indagini che hanno portato al processo sulla trattativa Stato-mafia. “Questa è una manifestazione fondamentale non solo per Nino Di Matteo, ma anche per gli altri tre magistrati che si stanno occupando del processo sulla trattativa. A differenza di quello che accadeva nei primi anni ’90 con i giudici Falcone e Borsellino, oggi la gente sostiene i magistrati che si battono a difesa della legalità” ha detto alla stampa, Ferdinando Imposimato, magistrato che si è occupato della lotta a Cosa Nostra, oggi in piazza Santissimi Apostoli a Roma, dove è giunto il corteo partito da largo Ricci. Tra i 700 partecipanti, anche Salvatore Borsellino, fratello del giudice assassinato. “In questi momenti difficili per l’Italia e per tutta L’Europa”, ha detto Borsellino riferendosi agli attentati di Parigi, “bisognerebbe stringersi intorno alle istituzioni. Ma è difficile stringersi intorno a queste istituzioni, che lasciano solo chi lotta contro la mafia”