RENZI INCASTRATO DA DE LUCA: SE LO CACCIA, IL GOVERNO RISCHIA
Mentre escono le carte con le prove dalla compravendita della sentenza salva-Vincenzo da parte dei suoi fedelissimi faccendieri, Palazzo Chigi fa i conti dei parlamentari da lui controllati, indispensabili soprattutto al Senato. Di Antonello Caporale e Wanda Marra

IL CORNUTO FELICE – L’editoriale di Marco Travaglio
Un mese fa Renzi ordinò a Orfini di ordinare a Ignazio Marino di levare le tende dal Campidoglio perché aveva mentito sugli scontrini. Ora però nell’occhio del ciclone, per gli scontrini, ci sono lui e Dario Nardella. Due pesi e due misure?

MODIFICA DELLA LEGGE SEVERINO? ERA GIA’ NEL PATTO DEL NAZARENO
Quello che il premier ha sempre definito un accordo sulle riforme in realtà conteneva una clausola fondamentale: la restituzione dell’agibità politica di Silvio Berlusconi, condannato per frode fiscale. Lo rivela l’ex Cavaliere a Porta a Porta. Di Fabrizio D’Esposito

IL COMMENTO – IL PARTITO UNICO CON IL NULLA INTORNO
Che la sinistra nostrana si sia ridotta nel corso degli anni a una serie di litigiose cosette rosse in perenne competizione, è un dato di fatto. Eppure Renzi sa bene che quei “partitini che non vinceranno mai” sono gli stessi che possono far perdere il Pd. Di Antonio Padellaro

LA CGIL VIRA A SINISTRA, IPOTESI REFERENDUM CONTRO IL JOBS ACT
Il sindacato cambia marcia e inaspettatamente si sposta verso la zona presidiata da Maurizio Landini: il direttivo decide di consultare i propri iscritti per abrogare la riforma del lavoro. Di Salvatore Cannavò

SPIAGGE, CI RIPROVANO: CONDONO O SVENDITA
Gli spazi di “pertinenza economica” degli stabilimenti balneari non tardi potrebbero essere venduti, o meglio “sdemanializzati”. Di Carlo di Foggia

IL CASO PALENZONA CONTINUA E FA TREMARE UNICREDIT E ADR
Burrasca in corso. I Benetton fanno dimettere il braccio destro Mercuri dagli Aeroporti e sfiduciano di fatto il presidente. Il sindaco dimissionario della banca accusa Ghizzoni. Di Carlo di Foggia e Antonio Massari

MACELLO ITALCARNI, LA MALA-MORTE SULLE NOSTRE TAVOLE
Dopo il video di Servizio Pubblico, gli animalisti in rivolta: “Non solo maltrattamenti, quei prodotti danneggiano l’uomo”.  Di Ferruccio Sansa

L’ABATE CHE RUBAVA AI POVERI E VIVEVA TRA IL LUSSO E LA POLITICA
Viaggi in Sud America e a Londra, ma anche cene a base di ostriche e champagne, droghe e shopping sfrenato: è monsignor Pietro Vittorelli, già a capo dell’Abbazia di Montecassino, che rubava ai poveri per vivere da ricco. Di Sandra Amurri

CHAGALL VIETATO, L’ASSURDO DELLA TOLLERANZA RADICALE
Discutibile scelta del consiglio interclasse delle terze elementari dell’istituto Matteotti di fermare la gita all’esposizione “Divina Bellezza” sul rapporto tra arte e sacro. Dove è presente la “Crocifissione bianca” amata da Papa Francesco. Di Caterina Soffici

SUDAN-SOMALIA: CAMORRA, ARMI E TERRORISMO
Trenta perquisizioni a Napoli: indagato anche Pardi della ‘Società italiana elicotteri’ legata ad Agusta Westland. Di Vincenzo Iurillo

L’ENNESIMO PIANO RISOLUTIVO PER SALVARE PROFUGHI (E UE)
A Malta i leader comunitari promettono di finanziare i paesi d’origine per frenare l’emigrazione. Ma l’intesa si perde nella giungla di impegni presi negli ultimi 13 anni. Di Giampiero Gramaglia

L’UNHCR E’ DIVENTATO GRANDI: TEMPISMO PERFETTO PER RENZI
Il nuovo capo dell’Agenzia per i rifugiati sarà italiano. Il premier si attribuisce subito il merito della nomina. Di Stefano Pasta

TUTTO JUNG PAGINA PER PAGINA, COMODAMENTE IN UNA TASCA
Dopo il successo di Freud, Bollati Boringhieri pubblica in e-book l’intera produzione dell’altro padre nobile dell’analisi, inventore di termini di uso ora comune come ‘complesso’ o ‘archetipo’. Di Elisabetta Ambrosi

WIKILEAKS A 5 CERCHI: IL ‘CASO SNOWDEN’ DELL’ATLETICA DOPATA
Anche l’atletica ha il suo whistleblower, la sua fonte interna di cui non si conosce l’identità e che ha rivelato ai media le prove dell’enorme scandalo del doping in Russia. Di Luca Pisapia

BONCOMPAGNI, L’ITALIANO CHE SA TRADURRE MAHLER 
Il concertatore, ex direttore artistico del San Carlo di Napoli (e non solo) ha eseguito la Quinta Sinfonia al Bellini di Catania. L’orchestra si è innamorata di lui. Di Paolo Isotta