Si chiama Fullback – come il ruolo di estremo, l’ultimo difensore del rugby – il nuovo pick-up di Fiat Professional, che altro non è che la versione rimarchiata, leggermente modificata nel frontale, del Mitsubishi L200 costruito in Thailandia. FCA lo presenta in anteprima mondiale al Salone di Dubai, annunciandone la vendita in Europa, Africa e Medio Oriente a partire da maggio 2016. Come il fratello giapponese, anche il Fullback sarà disponibile in quattro configurazioni di carrozzeria (“Single cab”, “Extended cab”, “Double cab” e “Chassis”) e con trazione posteriore o integrale. In Europa, il turbodiesel d’alluminio giapponese di 2.4 litri si può avere nelle versioni da 150 e 180 CV con cambio manuale a sei marce o automatico a cinque.

L’accordo fra Mitsubishi e FCA è strategico per entrambi i costruttori. Il primo può saturare la capacità del suo impianto di Laem Chabang, il secondo si inserisce con il marchio Fiat Professional in un segmento, quello dei pick-up medi,  in cui non era presente, visto che al momento ha a listino solo furgoni di varie dimensioni e, in alcuni mercati, del piccolo Strada. Secondo FCA, nel 2014, quasi un quarto dei veicoli commerciali leggeri venduti nell’area Emea (Europa, Medio Oriente, Africa) erano pick-up della categoria dell’L200, più di metà se si considerano solo il Medio Oriente e l’Africa.