E’ partita dal porto di Civitavecchia su una nave da crociera di “Msc” ma non è mai arrivata a Genova. E’ mistero sulla una donna vicentina di 75 anni, dispersa da domenica sera. Secondo quanto riportato dal Gazzettino.it, la donna era molto malata e aveva lasciato tre lettere d’addio in casa prima di partire ritrovate poi dal compagno; due giorni fa, inoltre, aveva scritto un sms alla figlia in cui le chiedeva perdono: l’ipotesi è quindi il suicidio ma gli inquirenti non escludono la causa accidentale.

A dare l’allarme sono stati i compagni di comitiva che non l’hanno vista sbarcare a Genova dopo averla vista l’ultima volta a cena la sera precedente. Gli orari corrispondono con quelli dei filmati delle telecamere interne visionate investigatori: dalle prime informazioni risulta che la chiave della cabina della donna è stata usata l’ultima volta alle 23.30 di sabato. Il personale di Msc l’ha cercata su tutta la nave senza esito. La donna aveva lasciato regolarmente le sue valigie fuori dalle cabine su cui erano segnati i numeri di telefono del compagno e della figlia che sono stati subito avvisati.

Al momento le ricerche della donna sono in corso in tutto il mar Ligure: diverse motovedette sono partite da Genova, Santa Margherita e La Spezia; uno elicottero sta sorvolando la zona e un altro l’isola d’Elba. Anche l’Msc sta collaborando con le autorità nel tentativo di ritrovare la donna. Già sabato sera si era sfiorata la tragedia in un’altra nave da crociera: una donna americana, probabilmente ubriaca, era caduta in mare al largo dell’isola del Giglio. La donna era stata poi recuperata dopo un’ora di ricerche.