La guardia di Finanza di Vignola (provincia di Modena) ha individuato un dirigente medico in servizio in un ospedale del Modenese accusato di essere un assenteista. Anche grazie a pedinamenti – riporta l’Ansa – è stato accertato che sistematicamente al pomeriggio lasciava l’ospedale per andare a casa. Ignaro d’essere osservato, è stato visto far la spesa o in visita al genitore. È stato denunciato per truffa aggravata e false attestazioni ai danni dello Stato. Già sequestrati 40.000 euro indebitamenti percepiti. Le investigazioni, coordinate dalla Procura di Modena, dal sostituto procuratore Maria Angela Sighicelli, hanno consentito di far emergere una realtà nei fatti diversa da quella che dal punto di vista cartolare il medico aveva prodotto all’Ausl di Modena (che ha collaborato all’indagine). La Finanza ha accertato che le condotte assenteiste del medico duravano da anni, nel corso dei quali la presenza regolare sul posto di lavoro, con riguardo agli orari di servizio prestati, è stata riscontrata solo per una volta alla settimana. Nelle altre giornate lavorative, invece, il medico ha riportato orari di lavoro non corrispondenti a quelli effettivamente prestati, utilizzando, alternativamente, il marcatempo di un’altra struttura ospedaliera di Modena presso la quale svolgeva attività libero professionale, oppure il portale web aziendale implementato con orari di lavoro mai prestati. Le condotte contestate, inoltre, sono state segnalate dai finanzieri anche alla Corte dei conti che dovrà valutare se vi sia stato danno erariale