L’attico di 300 metri quadri del cardinale Tarcisio Bertone è tra i capitoli più importanti al centro delle polemiche sullo scandalo Vatileaks, grazie all’uscita dei libri scoop ‘Avarizia’ (di E. Fittipaldi) e ‘Via Crucis’ (di G. Nuzzi). La ristrutturazione dell’abitazione dell’alto prelato è costata 200mila euro e sarebbe stata pagata grazie ai fondi della Fondazione Bambino Gesù: una versione confermata da Giuseppe Profiti anche all’inviato de La Gabbia (La7) Nello Trocchia. Profiti è stato presidente della Fondazione fino al gennaio del 2015