Non ha evidenze scientifiche che lo confermino, ma Pietro Scudellari, sindaco di Linarolo, è sicuro che il tumore che da due anni lo ha colpito, è stato causato dall’inquinamento con cui il comune del Pavese è costretto a vivere. Eppure quel pezzo di Pianura Padana sembra un luogo bucolico, ricco e fertile. Ma sotto la superficie ci sono le braci di decenni di agricoltura intensiva che ha utilizzato la chimica per fertilizzare i terreni ed eliminare le erbacce. L’ultima battaglia di Scudellari è contro la pratica di coprire le campagne durante i periodi di riposo vegetativo con fanghi provenienti dagli impianti di depurazione delle grandi città. “Il fatto – denuncia – è che non sappiamo con certezza cosa ci sia esattamente in quei liquami. Nei depuratori può finirci di tutto e l’Arpa non ha mai effettuato indagini approfondite. E’ ora di smetterla di inondare la nostra campagna con tutte queste porcate”  di Fabio Abati