Valeva un milione di euro ed era destinata al mercato cagliaritano la partita di sei chili di cocaina sequestrata dalla Polizia sabato a Muravera. Arrestati Giovanni Arena, 39 anni originario di Vibo Valentia, ma residente nell’hinterland milanese, Eklad Pjetri, albanese di 23 anni, sempre residente nel milanese, ed il lituano Raimondas Jasevicius, 48 anni. Il blitz della Sezione criminalità organizzata della Squadra mobile, coordinata dal dirigente Davide Carboni, sotto la supervisione del primo dirigente Luca Armeni. In un incavo sotto il pianale della Seat è stata trovata la droga, come mostrano le immagini nel filmato della Polizia. Secondo gli investigatori il lituano sarebbe stato il corriere, mentre albanese e calabrese si sarebbero occupati di far arrivare la droga a una quarta persona. Sono in corso le indagini per individuare proprio il destinatario finale, “l’anello sardo” ma anche per capire da quanto tempo andava avanti il traffico di droga. Gli investigatori hanno appurato infatti che non era la prima volta che il calabrese, non legato agli ambienti della ‘ndrangheta e solo con piccoli precedenti, veniva in Sardegna (video dell’Ansa)