Fa discutere la decisione del governo di alzare a 3mila euro il limite ai pagamenti in contante. La norma è prevista nella legge di stabilità e il presidente del consiglio Matteo Renzi ha annunciato il possibile ricorso al voto di fiducia pur di farla approvare. Siamo andati in strada a parlarne con i cittadini. Tra gli interpellati prevalgono i favorevoli. “Così siamo più liberi di usare i nostri soldi”, è l’argomento di alcuni. “Ci sarà un rilancio dei consumi“, prevedono altri. Ma non mancano i critici: “E’ una decisione sbagliata: meno tracciabilità del denaro significa più evasione fiscale e più riciclaggio“. E gli scettici: “E’ una norma ininfluente, l’effetto sui consumi è minimo come quello sull’evasione fiscale”.  E voi come la pensate? Elevare il limite al contante rilancia i consumi o rappresenta una battuta d’arresto nella lotta all’evasione fiscale e al riciclaggio? Dite la vostra nei commenti e votando la risposta che vi convince di più  di Piero Ricca, riprese Ricky Farina