book cityDunque, sono stata a Maker Faire di Roma e ho trovato tantissime cose interessanti. A partire dai droni, per poi passare alla tecnologia delle stampanti in 3D e finire con la domotica. La cosa che più mi ha incuriosito è stata la voliera dei droni allestita per prove libere di minidroni, esibizioni, gare, e dimostrazioni di volo in realtà virtuale con la possibilità di partecipare a minicorsi di pilotaggio aperti al pubblico. C’era il drone Cyrano, realizzato dagli studenti del Politecnico di Milano. Nato nell’ambito dell’iniziativa dell’associazione Skyward Experimental Rocketry, ha il compito di supportare il lancio del razzo-sonda Rocksanne 2-X. Il fine è quello di raggiungere una certa quota (20-70 km) e a questa altezza riuscire a misurare l’interazione tra i raggi solari e l’atmosfera. Una volta svolta la sua funzione, il razzo-sonda ritornerà a terra con l’aiuto di un paracadute. E c’era il progetto Wa.sa.dro (Water Sampling Drone). Si tratta di un drone creato dalla società cooperativa Res di Ravenna che ha integrato un sistema per il campionamento delle acque superficiali. Il velivolo è dotato di zattere per atterrare sull’acqua, e di un braccio meccanico con sonde per il prelievo e l’analisi dei campioni. In questo modo, il drone si trasforma in un laboratorio portatile in grado di trasmettere via radio i dati, georeferenziati, ad un computer a terra.

A BookCity, che inizierà a Milano a partire da giovedì, devo segnalare il mio evento: si tratta di una moderazione che dovrò fare di un dibattito su base scientifica: il tema è la frode nella ricerca scientifica. Al Museo di Storia Naturale (ore 14.30, di sabato 24 ottobre) c’è la presentazione del libro di Enrico Bucci (scritto per Add Editore), e con noi ci sarà anche Elena Cattaneo, sarà interessante fare la presentatrice di un tema su cui mi sono scervellata molto durante i miei anni di studio della Fisica all’Università di Milano e all’Ecole Polytechnique di Parigi, e su cui l’autore ci ha scritto un magnifico libro (si chiama “Cattivi scienziati”). Poi vi racconterò cosa ne esce. Per il momento, non posso che darvi appuntamento lì.

A Lucca Comics & Science, invece, ho altri appuntamenti da segnalare: Giovedì 29, ore 12, c’è Quantum Race: il gioco. Giochi quantistici nell’anno della Fotonica. Incontro con Fabio Chiarello (fisico, Cnr), Spartaco Albertarelli (autore ed esperto di giochi); conduce Gabriele Bianchi (OrgoglioNerd). In chiusura: TG Lercio. Venerdì 30, ore 17, c’è Comics&Science alla lettera. Scienza e fumetti stampati. Incontro con Francesca Riccioni e Silvia Rocchi, autrici di Il Segreto di Majorana, e Dario Bressanini (Contro natura); a seguire, un saluto di Matteo Farinella (Neurocomix); conduce Gabriele Bianchi (Orgoglio Nerd). In chiusura: TG Lercio. Sabato 31, ore 14, c’è Albert & Me: il fumetto. Comics&Science meets Le Scienze:  Incontro con Tuono Pettinato (Enigma, Nevermind, OraMai), Marco Cattaneo (direttore di Le Scienze) e Amedeo Balbi (astrofisico); conduce Roberto Natalini (Cnr). In chiusura: Tg Lercio.

Ps: il Nobel retroattivo, che ho creato nel post precedente ha avuto molto successo, a breve vi racconterò il seguito, in base anche ai vostri commenti ricevuti.