“Stiamo analizzando gli atti dell’inchiesta. Non esistono tangenti pagate per la sanità in Regione Lombardia”. Lo afferma il governatore Roberto Maroni a Bruxelles, sull’inchiesta che ha portato all’arresto del vicepresidente della regione ed ex assessore alla Salute, Mario Mantovani. Giunta a rischio, anche in merito alla mozione di sfiducia presentata dalle opposizioni al Pirellone? “Assolutamente no”, risponde perentorio Maroni che difende il suo assessore alla Sanità Massimo Garavaglia: “Non deve dimettersi neanche per idea”