“Avete demolito la Costituzione con prepotenza e superficialità e sulla base di indicibili accordi massonici. Avete riscritto la Carta grazie al pluri-indagato Verdini, avete avuto il coraggio di farlo diventare padre costituente”. Così il capogruppo M5S al Senato Gianluca Castaldi rivolgendosi alla maggioranza e al governo e annunciando che il suo gruppo non parteciperà al voto per la riforma del Senato. Parole che non sono piaciute al ministro per le Riforme Maria Elena Boschi che si lascia scappare un “massonici a tua sorella” all’indirizzo del senatore pentastellato di Manolo Lanaro