Dall’inizio dell’anno sono quasi 100mila i rifugiati arrivati in Svezia. Tra questi ci sono migliaia di minori non accompagnati. Nelle ultime due settimane, nel solo porto di Trelleborg sono sbarcati oltre 1600 minori senza genitori. Lo Stato si prende subito carico di loro, arrivando a spendere fino a 70mila euro all’anno per ciascun bambino. Vengono trasportati in un centro di prima accoglienza nelle vicinanze del porto, il comune ne ha aperti 10 negli ultimi giorni per poter gestire il flusso sempre maggiore. I minori vengono poi inviati in varie strutture su tutto il territorio nazionale. Quasi tutti soffrono di stress post-traumatico: per alcuni dovuto al viaggio, per altri dal motivo della fuga  di Cosimo Caridi