E’ Nico Rosberg il pilota più veloce di tutti nelle qualifiche del GP di Sochi. Sul tracciato russo, il tedesco della Mercedes (1’37”113) ha preceduto il compagno di squadra Lewis Hamilton (1’37”433), dimostrando ancora una volta la supremazia della scuderia con sede a Stoccarda. Al terzo posto si qualifica la Williams di Valtteri Bottas (1’37”912), evidenziando un miglior feeling con la pista rispetto alle Ferrari di Sebastina Vettel (1’37”965) e Kimi Raikkonen (1’38”348), rispettivamente al quarto e quinto posto sulla griglia di partenza.

Sul circuito di Sochi, tutti i team sono arrivati con pochi giri di prova alle qualifiche per la griglia di partenza a causa del grave incidente occorso allo spagnolo della Toro Rosso Carlos Sainz junior, durante la prima parte della terza sessione di prove libere (poi sospese definitivamente). Questa è stata l’unica sessione a disposizione dei piloti per trovare il giusto feeling con l’auto dopo che la pioggia e gasolio in pista avevano condizionato le prove del venerdì. In questa difficile situazione Rosberg è stato il più bravo ad adattarsi, dimostrando di essere il più veloce.

“Sono molto soddisfatto per le qualifiche, era molto difficile perché abbiamo potuto girare poco – ha commentato Rosberg -. Abbiamo trovato un buon bilanciamento della macchina grazie agli ingegneri e tutto è filato liscio”. Si tratta della sua terza pole position stagionale e della 18esima in carriera. Ripensando allo scorso anno, quando il tedesco nel tentativo di superare Hamilton in partenza pregiudicò la sua gara concludendo comunque il Gp di Russia alle spalle del britannico, Rosberg ha aggiunto ai microfoni di Sky Sport: “La qualifica è importante, ma lo sono anche la partenza, la strategia e il passo gara. La prima cosa è stata fatta, adesso attendiamo la gara, cercherò di evitare di replicare quanto fatto lo scorso anno”. Molto contento per la seconda fila conquistata è Bottas della Williams: “Siamo stati competitivi. E’ stato un ottimo risultato per tutti e siamo riusciti a sfruttare bene la terza prova facendo buoni giri in qualifica trovando continuità”.

Raikkonen si mostra fiducioso. “La gara sarà un pò un’incognita per tutti, perché non abbiamo dati sufficienti dai long run, ma penso che noi dovremmo essere a posto. Quando riusciremo a portare le gomme alla temperatura giusta – ha spiegato il finlandese – sono sicuro che i tempi sul giro saranno molto diversi. Cercheremo di fare una buona partenza e poi da lì si vedrà. Speriamo di fare una bella gara”.