“Questa discarica pur essendo illegale e non autorizzata riceve lo stesso rifiuti, questo perché il nostro governatore Crocetta continua a far proroghe su proroghe”. Così Santo Gulisano del comitato ‘No discarica dei comuni di Motta e Misterbianco‘ che insieme a centinaia di cittadini ha presidiato l’ingresso della discarica Valanghe d’Inverno (nel catanese), di proprietà della Oikos Spa, . La Prefettura di Catania lo scorso anno, in seguito all’inchiesta giudiziaria “Terra mia”, ha commissariato sia l’azienda che la discarica, dichiarando illegittime le autorizzazioni e chiedendone la chiusura, ma la Regione Sicilia, per fronteggiare l’emergenza rifiuti, ne ha prorogato i tempi. I comitati, oltre a criticare l’operato di Crocetta protestano anche nei confronti dei commissari prefettizi già al centro delle polemiche per i compensi. “I commissari hanno fatto ricorso sulla chiusura e chiesto un ampliamento maggiore. E’ paradossale che l’ultima beffa arrivi proprio dallo Stato“, conclude Anna Bonforte componente del comitato