I NUOVI MOSTRI L’editoriale di Marco Travaglio
“Cominciamo dal bicchiere mezzo pieno. La sfiducia del Pd al sindaco Ignazio Marino, salito in Campidoglio appena due anni e mezzo fa dopo aver vinto le primarie col 51% e le elezioni con il 63%, alza a dismisura l’asticella degli standard etici richiesti ai politici italiani”.

MARINO ULTIMA VENDETTA: VADO AL PROCESSO DI MAFIA CAPITALE
Tutto rinviato. Il sindaco formalizzerà le dimissioni in modo da poter entrare in aula al processo ancora come parte civile da primo cittadino. Intanto, fino al prossimo mese avrà in mano pieni poteri. Sel vuole portare avanti il programma. Ma le condizioni sono difficili se non impossibili. Di Luca De Carolis 

SABRINA FERILLI: “SARÒ L’ULTRÀ DEL MARZIANO, IGNAZIO MEGLIO DI BERGOGLIO” L’intervista all’attrice romana di Antonello Caporale

L’INCHIESTA – SCONTRINI, RENZI E I 600 MILA EURO PER IL “PASTO UNICO”
Fare il presidente di provincia? Non ha prezzo. 70 mila euro per le trasferte negli Usa e 600 mila per le spese di pranzi e cene “di rappresentanza”. E’ il saldo delle uscite della Visa usata da Renzi, negli anni della presidenza. Alla Corte dei conti c’è anche un fascicolo sugli anni da sindaco. Il capo di gabinetto che approvava tutto è ancora con lui a Palazzo. Di Davide Vecchi

UNICREDIT, INCHIESTA ANTIMAFIA – GLI INCONTRI E GLI AFFARI PALENZONA, LE INTERCETTAZIONI CON L’UOMO DI MESSINA
Secondo i pm i vertici della banca sapevano dei rapporti tra Bulgarella e Cosa Nostra. La rete di amicizie dell’imprenditore – indagato dalla dda della Toscana con l’accusa di aver investito capitali derivanti da rapporti con la mafia trapanese – comprendeva “alti dirigenti di banca”, “funzionari e amministratori pubblici, oltre al mondo della politica, della stampa e a soggetti gravitanti in contesti massonici”. Di Davide Vecchi e Marco Lillo

STOCCATA E FUGA – LA SOLUZIONE: SABELLA COMMISSARIO ANTIMAFIA
“Nel pasticciaccio brutto del Campidoglio l’unica conclusione accettabile sarebbe quella di affidare ad Alfonso Sabella il compito di traghettare la Capitale verso le elezioni di primavera nominandolo commissario governativo”. Di Antonio Padellaro

L’INTERVISTA – ALBERTO ASOR ROSA: “NEL PD ORMAI SONO TUTTI EX DEMOCRISTIANI”
Secondo il professore quello di Renzi è un partito nuovo “che non ha più basi di massa, risponde al comando di un leader incontrastato e ha un gruppo dirigente conservatore di destra”. Di Fabrizio D’Esposito

TRATTATIVA STATO-MAFIA: PARLA L’EX CAPO DEI SERVIZI SEGRETI DE GENNARO
“Un ricatto da parte dei clan? No, gli attentati a Roma e Milano del 1993 furono vissuti come un attacco allo Stato. Si era concentrati sul pericolo di un tentativo di destabilizzazione dell’ordine pubblico”. E’ parte della deposizione dell’ex capo della polizia Gianni De Gennaro, interrogato nel processo sulla trattativa Stato-Mafia. Di Giuseppe Lo Bianco

L’INTERVISTA A STEFANO SOLLIMA, REGISTA DI “SUBURRA” IN USCITA IL 14 OTTOBRE: IL FILM CHE RACCONTA LA ROMA DI MAFIA CAPITALE Di Malcom Pagani

IL VENERDÌ DI SANGUE DELL’INTIFADA DEI COLTELLI
Torna il terrore in Terra Santa. Sette palestinesi uccisi lungo il Muro di Gaza e a Hebron. Hamas chiama alla “liberazione di Gerusalemme”. Di Roberta Zunini

LIBIA: C’E’ L’INTESA PER FORMARE UN GOVERNO DI UNITA’ NAZIONALE
Aspettando la firma. Quattro anni dopo la caduta di Muammar Gheddafi, è stata raggiunta un’intesa (non ancora sottoscritta) per la formazione di un governo di unità nazionale sotto l’egida delle Nazioni Unite. Ad annunciarlo l’inviato speciale Onu Bernardino Léon da Skhirat, in Marocco. L’accordo ufficiale dovrà essere approvato dai due parlamenti rivali. Di Nancy Porsia

DOPING, IL  FILM SU LANCE ARMSTRONG : IL “CONSULENTE” DEL CICLISTA CONTRO “THE PROGRAM”
La guerra del dottor Mito contro “The program”, la pellicola che rivela la strategia del campione americano per aggirare le norme sul doping. Di Luca Pisapia

IL PEGGIO DELLA DIRETTA: ULTIMO TANGO A ROMA NORD
“Chi giovedì ha cercato rifugio dalla sit-com a reti unificate Gli ultimi 20 giorni di Marino aveva a disposizione la nuova fiction di Raiuno. Il titolo, È arrivata la felicità, prometteva bene, ma purtroppo non si vive di soli annunci e stavolta il pur brillante showrunner Ivan Cotroneo ha voluto esagerare”. Di Nanni Delbecchi

C’ERANO UNA VOLTA GLI INTELLETTUALI Il commento di Angelo d’Orsi
“Gli Anni Settanta sono stati periodizzanti nella nostra storia. E il mondo intellettuale ne fu interprete, talvolta protagonista. Un seminario della Fondazione Gramsci a Roma (“Gli intellettuali nella crisi della Repubblica fra radicalizzazione e disincanto”) ha provato a fare il punto, con una stimolante indagine a più voci affidata a giovani, partendo dall’aureo insegnamento gramsciano che ammonisce a non trasformare i problemi politici in problemi culturali se li si vuole risolvere”.