Immagini eloquenti di militari israeliani che si fingono palestinesi per infiltrarsi fra di loro sono state riprese nella zona di Ramallah, in Cisgiordania (a 18km da Gerusalemme), e pubblicate anche dall’agenzia francese AFP. All’inizio della sequenza si nota un gruppo di palestinesi col volto coperto dalla kefiah lanciare sassi contro un’unità dell’esercito e scandire slogan anti-israeliani. Ma a un certo punto alcuni ‘dimostranti’ si rivolgono a sorpresa contro quelli che sembravano essere loro compagni e li trascinano a forza verso i soldati. Nella prosecuzione della sequenza i militari infieriscono su un dimostrante – ormai a terra, isolato – e lo percuotono ripetutamente. Secondo il Times of Israele l’esercito ha aperto un’inchiesta su questo ultimo aspetto della operazione, che appare in contrasto con la disciplina militare. Inoltre, in un video da un’altra angolatura, pubblicato dall’agenzia palestinese Qudsnet, uno degli agenti israeliani travestiti da manifestanti palestinesi avvicina la sua arma d’ordinanza alla gamba di un giovane palestinese appena arrestato e a terra, e sembra esplodere un colpo. Successivamente, il video mostra il giovane che viene continuamente percosso e trascinato via dai soldati israeliani