E’ uno strano, potrebbe anche ritirarle. Facciamo passare i venti giorni”. Il governatore lombardo Roberto Maroni commenta così le dimissioni del sindaco di Roma, Ignazio Marino, con la partita in Campidoglio che non è ancora chiusa. Poi Maroni incalza: “Ora ci vuole una legge speciale per votare prima di Natale e dare un sindaco alla Capitale prima del Giubileo”, un evento mondiale in vista del quale Roma, secondo Maroni, “non può restare senza primo cittadino”