In merito all’articolo di Stefano Balassone dal titolo “Ascolti tv, per Mediaset calo di share durante il giorno a vantaggio di Sky. Bene Canale 5 alla sera” e pubblicato il 6 ottobre riceviamo e pubblichiamo una nota di Mediaset.

Gentile direttore,
i dati riportati dal blogger Stefano Balassone (“Sciò business” del 6 ottobre) costruiscono a nostro avviso una tesi priva di fondamento. Il primo mese di criptaggio vede gli ascolti delle tre reti generaliste Mediaset assolutamente stabili in prima serata. Eventuali spostamenti di share nel corso della giornata – lo scrive lo stesso Balassone – sono del tutto indipendenti dalla scelta del criptaggio (altrimenti non si spiegherebbe l’aumento di Canale 5 rispetto alle altre due reti) e determinati piuttosto dalle congiunture e dalla programmazione dei palinsesti (ad esempio per Italia1 in settembre non erano ancora partiti punti di forza come Le Iene, Colorado e il nuovo Openspace). 

Risulta davvero incomprensibile però come Sky possa essersi avvantaggiata dall’assenza di Canale 5, Italia1 e Retequattro nella propria piattaforma. E’ esattamente il contrario.

I dati Auditel certificano che l’ascolto complessivo degli abbonati Sky è calato del 4,2% in prime time e del 2,2% in daytime, mentre la parte restante della popolazione (che rappresenta più dell’80% dell’ascolto tv) aumenta del 2% in daytime ed è pari allo scorso anno nel prime time (periodo 6 settembre-3 ottobre 2015 vs omologo 2014). Se poi questo travaso d’ascolto sia imputabile al minor appeal della piattaforma satellitare senza i generalisti Mediaset o a una certa disaffezione dovuta all’assenza della Champions League non sta a noi dirlo.

Che i dati d’ascolto reperiti da Balassone siano quantomeno frutto di un errore, lo dimostra la parte finale dell’articolo dedicato a Mtv e Deejay, i due canali ai tasti 8 e 9 del digitale terrestre. Non crescono “di molto (un punto e mezzo di share)”. Nel caso di Deejay i confronti sono impossibili perché in passato non era rilevata dall’Auditel (e oggi raccoglie in tutto lo 0,9% di share nelle 24 ore). Nel caso di Mtv – che segna anch’essa lo 0,9% di share – si registra una crescita di 0,3 punti.

Grazie dell’attenzione.

Angelo Santoro
Direzione Comunicazione Mediaset

 

La risposta di Stefano Balassone

Nell’articolo non sostengo che Sky tragga guadagni dal criptaggio (tesi indimostrabile sia per il pro che per il contro), quanto la coincidenza fra il criptaggio e un rafforzamento di Canale 5 che non compensa i passi indietro dei canali collaterali e, in particolare di Italia 1. Circa MTV e DJ a mio parere non ci piove che con il loro arrivo la torta “generalista” tenderà a redistribuirsi. E il puntarello spostato finora penso sia l’anticipo di qualche altro.