Ho sempre detto che farò il sindaco fino al 2023 con una coalizione di sinistra. Dopo non voglio sapere più nulla di tutto ciò che ha a che fare con la politica“. Sono le parole pronunciate dal sindaco di Roma, Ignazio Marino, in una lunga intervista rilasciata a Corrado Formigli, durante Piazzapulita, su La7. Il primo cittadino della Capitale si difende con veemenza contro le polemiche che lo hanno travolto in questi giorni, dopo il suo viaggio a Philadelphia in concomitanza con il viaggio del papa nella città statunitense per l’incontro con le famiglie. E passa al contrattacco: “Certamente c’è una aggressione abbastanza straordinaria nei confronti del lavoro che la nostra giunta sta facendo. Dopo 50 anni di monopolio nel settore dello smaltimento dei rifiuti, dove ci sono dei guadagni immensi, è arrivato Marino con la sua giunta e quello che chiedeva l’Europa dal 31 dicembre 2007 è stato fatto in 90 giorni. La mia trasferta oltreoceano? Ho portato a Roma con quasi certezza una mostra che stava in un grande museo e forse anche un’altra, e ho una promessa di alcuni mecenati per una donazione al patrimonio archeologico della nostra città tra i 2 e i 5 milioni di euro“. E aggiunge: “Ho passato solo una notte a New York per incontrare una dozzina di mecenati al fine di raccogliere fondi per la città di Roma. Perchè oltre alle strade ho la responsabilita’ di mantenere il patrimonio archeologico e preferisco chiedere i soldi ai privati”. Marino annuncia che oggi metterà online “tutti gli scontrini di due anni e mezzo di viaggi” , precisando che, quando aveva promesso che nemmeno un euro sarebbe stato speso per la trasferta a Philadelphia, si riferiva unicamente alla sua persona. Poi ribadisce: “Sulla figura del Santo Padre nessuno riuscirà mai a estorcermi un commento di qualsiasi tipo. Le parole di monsignor Paglia a La Zanzara? E’ stato smentito da padre Lombardi. E non commento le parole di un arcivescovo il cui compito principale è quello di curarsi delle nostre anime“. Il dibattito poi si sposta sulla difficile situazione romana e sull’imminente Giubileo