Corradino Mineo prima di un voto a Palazzo Madama sulla riforma del Senato prende la parola e critica l’illustrazione fatta dalla collega di partito e presidente della commissione Affari costituzionali Anna Finocchiaro, la quale per parlare dell’elettività cita un’opera di Gustavo Zagrebelsky (Il “Crucifige!”, ndr): “Nel processo a Gesù l’aver lasciato alla sovranità del popolo senza forma e limiti, conduceva alla più tragica decisione della storia”. Corradino Mineo vota in dissenso dal gruppo dei senatori Pd e attacca durante la Finocchiaro ed i suoi colleghi: “L’autorità imperiale ed il Sinedrio avevano deciso di mettere a morte Gesù. L’atto di Ponzio Pilato – prosegue Mineo – è l’atto di chi accetta la scelta del suo padrone e però se ne lava le mani, pensando così di scaricarsi la coscienza”. Parole che accendono gli animi tra i banchi del partito democratico: “Vergogna, Vai, via, Vattene” urlano i colleghi di partito a Mineo  di Manolo Lanaro