La sesta stagione di The Walking Dead tornerà l’undici ottobre 2015 su AMC e dal giorno dopo, il dodici ottobre, su Fox. Tra anticipazioni, speculazioni e possibili addii (anche qui, molto spoiler), ecco una sintesi di cosa aspettarci dalle nuove puntate.

The Walking Dead – Dove eravamo e gli spoiler sulla sesta stagione.
All’indomani del season finale della quinta stagione, il creatore Robert Kirkman aveva parlato di una reinvenzione della serie: il rapporto tra i vari personaggi verrà approfondito, ci verrà mostrata la collaborazione (se collaborazione sarà) tra Rick (Andrew Lincoln) e Morgan (Lennie James). Se la sinossi della premiere di The Walking Dead 6 – intitolata First Time Again – dice che ci saranno problemi di ambientamento ad Alexandria per i nuovi arrivati, ad unire vecchi e nuovi potrebbe essere una non meglio specificata minaccia. Considerando che secondo lo sceneggiatore gli umani non saranno più il nemico principale dei protagonisti, non è chiaro se gli zombie riprenderanno la centralità che il titolo dovrebbe dargli o se vedremo i Lupi cui si è accennato sia nella quinta stagione che – in maniera più visibile – nella scena post titoli di coda del season finale di The Walking Dead 5, quando su una cassetta della posta vediamo “Wolves not far“, ossia “I Lupi non sono lontani“.

In questo caso in realtà i Lupi potrebbero essere quanto mai umani, visto che potrebbe trattarsi di un nuovo gruppo di sopravvissuti forse guidati da Negan, cattivo già noto ai fan dei fumetti. Detto che rispetto al lavoro su carta in televisione sono già state fatte diverse variazioni, è molto probabile che il personaggio di Negan sia stato cambiato in quello di Xander Berkeley, new entry che vedremo nella premiere di The Walking Dead 6: sconosciuto il nome del personaggio, il casting è stato svolto in segreto ma si sa già che l’attore ha già un’opzione per rimanere nell’eventuale settima stagione. “Rich”, questo il nome del personaggio nei casting call, viene descritto come narcisista, dal grandissimo ego e con una grande volontà di sopravvivenza: sebbene si ritenga superiore agli altri e gli piaccia essere in controllo, tenta di farlo con un fascino da venditore di auto. Caratteristiche che si adattano a Negan (che però nei fumetti è più giovane) o che potrebbero essere anche quelle di Gregory, cattivissimo capo della Colonia di Hilltop, da cui proviene un’altra new entry della sesta stagione: Tom Payne è stato infatti scritturato per il ruolo di Jesus, uomo intelligente e razionale, abile consulente ex residente di Hilltop che ora vive ad Alexandria e che è stato in grado di adattarsi al nuovo mondo. Da notare che nel fumetto Jesus – vero nome, Paul Monroe – è uno dei personaggi che lottano contro Negan.

Di certo i protagonisti dovranno fare i conti anche con se stessi, visto che la quinta stagione ha visto i sopravvissuti diventare ‘cattivi’: ricordiamo che Rick ha ucciso il marito di Jessie, Pete (Corey Bill), che a sua volta aveva ucciso Reg (Steve Coulter), marito di Deanna (Tovah Feldshuh), con la spada di Michonne; nonostante le scusanti del caso, si tratta di un’azione che il personaggio di Lincoln avrebbe difficilmente fatto (o perdonato ad altri) fino a qualche stagione fa. Preso atto dell’ipotesi secondo cui i Lupi potrebbero essere gli stessi protagonisti, pare che gli abitanti di Alexandria – dicono i produttori Greg Nicotero e Denise M. Huth – scopriranno ben presto che la durezza dei nostri sulla quale hanno svariate perplessità può essere molto utile contro i tanti nemici e le tante minacce, alcune delle quali – anticipa Norman Reedus – arriveranno anche da dove i fan non se ne aspettano. Non mancheranno comunque conflitti anche tra gli umani sopravvissuti, visto che se gli ‘alessandrini’ saranno disposti a fare qualche compromesso per continuare ad essere una comunità allargata, Seth Gilliam (l’interprete di Gabriel Stokes) specifica di non credere che Rick sarà disposto a fare compromessi di alcun tipo.

The Walking Dead 6 – Possibili morti e addii
Dopo la carneficina di personaggi cui abbiamo assistito nella quinta stagione, non aspettatevi che le morti dei protagonisti si fermino, e sono addirittura due i personaggi storici che potrebbero lasciare: si tratta di Glenn (Stephen Yeun) e di Daryl (il già citato Reedus). Nel primo caso i sospetti sono nati dopo che in un’intervista a MTV Reedus ha urlato che il personaggio che gli manca più è Glenn, dichiarazione presa con sorpresa da Lincoln o perché l’attore scherzava o perché sapeva che Reedus aveva appena dato un’anticipazione bomba. La morte di Glenn (il personaggio nei fumetti viene ucciso da Negan) è stata smentita da Nicotero e Kirkman, ma sappiamo quanto valgono le smentite nel mondo televisivo…. Il secondo attore che potrebbe andarsene è proprio Reedus: voci non confermate dicono che l’interprete di Daryl sarebbe attratto dalla carriera cinematografica, per seguire la quale sarebbe disposto a lasciare The Walking Dead. Ad allarmare i fan il fatto che l’attore abbia messo in vendita la casa di Atlanta, dove la serie è girata, e le parole di Kirkman secondo cui il centro dello show nella nuova stagione sarà il rapporto tra Rick e Morgan: a parziale consolazione, un’intervista dello scorso aprile in cui Reedus si diceva eccitato dalle nuove storyline, e pieno di teorie su quello che sarebbe potuto succedere nella sesta e settima stagione, teorie che però non avrebbe rivelato perché tanto sono sempre tutte sbagliate.