“Se è necessario posso recitare il Credo”. Non perde l’umorismo Papa Francesco che risponde alle domande dei cronisti sull’aereo che da Cuba lo ha portato negli Stati Uniti sull’accusa proveniente da ambienti religiosi americani di essere un pontefice comunista e addirittura non cattolico per i suoi continui richiami all’ecologia e alla giustizia sociale. “Non ho detto una cosa in più di quanto scritto nella dottrina sociale del Vangelo”, risponde convinto dopo aver raccontato un aneddoto in cui una fedele lo accusava di essere “l’antipapa”