Contrariamente a quanto previsto, il congresso annuale 2016 degli operatori finanziari, il Forex, non si terrà a Vicenza. La decisione di tenere l’Assiom Forex nella città del Palladio, ha spiegato il presidente dell’associazione Giuseppe Attanà “non è confermata: era una decisione presa all’inizio dell’anno. La Popolare di Vicenza ci aveva più volte scritto, chiedendoci di tenere la riunione a Vicenza” per festeggiare i 150 anni di storia della banca, martedì oggetto di perquisizioni da parte della Guardia di Finanza, nell’ambito di un’inchiesta della Procura locale che ipotizza i reati di aggiotaggio e ostacolo alle autorità di vigilanza.

“Noi avevamo accettato volentieri e abbiamo iniziato ad organizzare – ha continuato Attanà – poi abbiamo visto un ritaglio sulla stampa locale, in cui viene detto che il presidente e il direttore generale avevano dovuto rivedere quella decisione di organizzare il Forex presso di loro. Abbiamo preso atto della loro decisione, di cui si possono intuire i motivi. Adesso lo riorganizziamo da qualche parte”. Si tratta di “un inconveniente per noi anche abbastanza laborioso, perché le colleghe avevano lavorato non poco”, ha aggiunto il presidente dell’Assiom Forex. In ogni caso, ha concluso, il congresso si terrà ugualmente, tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio, in una località ancora da definire (“Lo farei volentieri nel Sud Italia, ma è diventato davvero difficile trovare sponsor“).