“Riforma del Senato? Non so se sono l’unico a cui non fotte sostanzialmente nulla. Questi si stanno scannando da quindici giorni sul Senato: lo facciamo elettivo o non elettivo, il premio di coalizione, o il premio di partito, il premio di maggioranza, il premio della rava e della fava”. Sono le parole del segretario della Lega Nord, Matteo Salvini, ospite di “Non Stop News”, su Rtl 102.5. “A me piacerebbe che il Parlamento si scannasse sulle tasse” – continua – “sull’immigrazione e sul lavoro, quindi spero che facciano in fretta a decidere chi vive o chi muore, perché a me della querelle fra Renzi e Bersani interessa poco. Secondo me Renzi ne convince di senatori per far passare la riforma. Stanno facendo un mercato imbarazzante, ai tempi di Berlusconi si parlava di mercato delle vacche e di compravendita, facesse in tempo Renzi”. E aggiunge: “L’abolizione dell’Imu sulla prima casa? Renzi ci copia in ritardo, la togliemmo noi quando eravamo al governo e fummo coperti di insulti dalla sinistra. Se qualcuno prende le mie idee e le realizza, sono contento”. Salvini fa un appello al premier e gli chiede di cancellare la legge Fornero e gli studi di settore. Poi annuncia che girerà il sud in lungo e in largo: “Il sud ha una politica devastante. La Sicilia, ad esempio, ha delle potenzialità enormi, ma se hai Crocetta non vai da nessuna parte”. Riguardo all’immigrazione, il leader del Carroccio ribadisce la sua tesi: “Quel che sta accadendo è qualcosa di pianificato e organizzato. Non credo affatto alle urgenze e alle emergenze: questa è un’invasione di massa pianificata, finanziata e organizzata, nonostante ci vogliano convincere del contrario, per sostituire popoli con popoli, per avere masse di nuova manodopera da sfruttare a tre euro all’ora”. E sottolinea: “Una minoranza di queste persone scappa dalla guerra e va accolta, le porte vanno spalancate, ma respingerei tutti gli altri. La maggior parte di queste persone non scappa da nessuna guerra. In Italia arrivano decine di migliaia di nigeriani ad esempio, mentre l’Italia cresce dello 0,7% la Nigeria cresce del 7% e ha un tasso di natalità quattro volte superiore al nostro. Nei centri di accoglienza ci sono soprattutto quelli del Bangladesh, dove non c’è una guerra”. Salvini si pronuncia, infine, sulle unioni civili e nega di essere omofobo: “Non ritengo utile, però, scimmiottare il matrimonio che per quanto mi riguarda è tra uomo e donna e il bambino viene adottato dove c’è una mamma e un papà. Per il resto, chi discrimina in base all’orientamento sessuale è un cretino”. Il politico spiega quindi la sua idea di legge sulle adozioni e, quando i conduttori gli fanno notare che la sua posizione è identica a quella del ministro Alfano, commenta: “Come l’orologio per due volte al giorno segna mezzogiorno e mezzanotte, anche io due volte al giorno involontariamente rischierò di essere d’accordo con Alfano