Il gruppo belga Ab Inbev, leader mondiale nel settore delle bevande, vuole conquistare la sudafricana SabMiller, secondo maggior produttore di birra. Quest’ultima ha comunicato di “essere stata informata” da Ab Inbev della sua “intenzione” di presentare una proposta di acquisto. Dalla fusione tra le due aziende nascerebbe un gruppo con 250 miliardi di euro di capitalizzazione. Ab Inbev, nata nel 2008 dalla fusione tra il gigante belga InBev e quello americano Anheuser-Busch, è il maggior produttore per quote di mercato e attraverso le sue controllate possiede oltre 200 marchi di birra, tra cui Budweiser, Corona e Stella Artois, mentre a SabMiller fanno capo altrettanti brand, inclusi Peroni, Nastro Azzurro e Pilsner Urquell.

SabMiller è cresciuta tramite acquisizioni, da quella della colombiana Bavaria all’australiana Foster’s, diventando numero due al mondo. L’anno scorso ha presentato un’offerta per acquisire Heineken e rafforzare la propria presenza sui mercati emergenti, ma la famiglia che controlla la società olandese ha rifiutato.