Serata dedicata al “mistero buffo”, per dirla alla Dario Fo, ospite d’eccezione a In Onda (La7): “Il Partito democratico è ancora di sinistra?” Dopo aver ascoltato gli ospiti in studio (Livia Turco, Sergio Cofferati, Fabrizio Rondolino e Philippe Daverio), il premio Nobel risponde alle domande su Matteo RenziSilvio Berlusconi:  “Fanno le stesse cose con ritmi addirittura identici, si ritrovano bene, si mettono d’accordo. Non bisogna dimenticare che Berlusconi è stato salvato da Renzi. Ebbene questo gioco senza dignità, con uno stomaco veramente straordinario, una brutalità verso tutti quelli che credono ancora nella sinistra, è caduto, non c’è più”.

A sinistra Fo vorrebbe “una persona decente, che non mischi con sfrontatezza le cose orribili facendole passare per cose di tutti i giorni”, sostenendo che Grillo “è la nuova sinistra”.  Mesta riflessione conclusiva del premio Nobel: “Io non vedo un futuro tranquillo che cambi le cose… ci vuole una rivoluzione… solo così abbiamo una possibilità o una speranza”.